GLI AMICI DEL PROGETTO "IO VALGO"


IL QUEEN' S BAR

Quando si entra in un bar e lo si trova pulito con prodotti di qualità unito ad un servizio di gentilezza ….il cliente non può che ritenersi soddisfatto……ma il QUEEN ‘S BAR è molto di più.La differenza la fa la gestione del titolare il signor “Salvo” così come lo chiamano gli affezionati clienti. E’ riuscito a creare in un luogo di passaggio, dove si fa una colazione veloce per precipitarsi a lavoro, un ambiente amicale, famigliare.. i cui clienti anche se a volte di corsa dimenticano per distrazione qualunque cosa sono sicuri di ritrovarla…I clienti superano lo step della semplice conoscenza e diventano amici. Al QUEEN’S BAR non ci sono clienti di serie A o di serie B sono tutti trattati con la stessa gentilezza. E’ il luogo dove le nonnine si fermano tranquillamente a fare quattro chiacchiere, ma è anche dove i giovani fanno nascere le idee, dove c’è il prestito libri…dove il rispetto per la persona regna sovrana, perché la gestione è nelle mani di un titolare discreto, serio…non propenso alle cosi dette “Chiacchiere da bar”. Tutto ciò è poco…perché il QUEEN’S BAR non è solo il bar della regina tradotto letteralmente dall’inglese all’italiano.Non è solo il bar dove le donne, le famiglie con i bambini si fermano ben volentieri perché si sentono a casa. E’ il bar che ha promosso gratuitamente il PROGETTO “IO VALGO” con un happy hour culturale.. offrendo a tutta l’utenza territoriale…..questo miracolo di generosità si è verificato a Milano. Questo gesto non è ricollegabile alla remota meridionalità del gestore, come sottolinea lui stesso, ma a quel comune sentire che porta la gente con un forte senso di responsabilità sociale a fare i fatti per contribuire a dire il proprio basta alla violenza di genere. E’ con l’educazione nelle scuole alla prevenzione della violenza di genere che si può sperare di limitare il femminicidio. Lui in suo NO alla violenza lo ha detto in modo concreto, promuovendo la “MISSION” del progetto “IO VALGO”.

Salvo, non ci ha messo solo la faccia, ma ha anche offerto di tasca propria, insieme al panificio Samy del quartiere che ha contribuito all’ evento…. il locale, che da sempre chiude alle sette è rimasto aperto fino a tardi. Oltre a respirare la musica della brava e dolce Chamile, anche lei una giovane artista che gratuitamente ha offerto la sua arte a favore del progetto “IO VALGO”…si è percepita la volontà di contribuire ad un cambiamento culturale….la nuova cittadinanza attiva, come dice Giovanni Zais, presidente di Milano Positiva, agisce ..si fa promotrice del cambiamento…..Un cambiamento fortemente voluto sotto il profilo di una didattica concreta e dimostrabile con un lungo percorso di tre anni dalla Dott.ssa Maria Amantea che ha ideato e coordina il progetto IO VALGO unico, perché ha iniziato con una classe prima elementare, privo di termini cruenti, condivisibile territorialmente con peer education, con la partecipazione attiva delle famiglie, che offrono in materia di corresponsabilità educativa un di più con la didattica partecipata, segno di una intelligenza emotiva che si concretizza nel “Darsi”ai figli nel contesto in cui vivono la loro quotidianità. Non realizzano un OPEN DAY passivo in qualità di spettatori, ma interagiscono anche con laboratori teatrali ecc con e per i propri figli..creano e condividono i momenti di riflessione…IO VALGO è un progetto che fa rete gratuitamente sul territorio…è ciò è possibile, perché è quella cittadinanza attiva, che si riappropria della necessità di agire..là dove il fermento delle parole ristagna. Il Queen’s Bar è il primo locale ad essere diventato amico del Progetto” Io valgo”.. un locale che ha dimostrato di avere un cuore e non solo un’anima commerciale!

Chiunque ognuno con le proprie competenze può contribuire a diffondere la “Mission” del Progetto “IO VALGO”. Fai un qualcosa anche tu per promuovere il progetto e contribuire insieme a migliorare la cultura del domani. Contattaci!













59 visualizzazioni0 commenti
  • Instagram
  • Educare al rispetto
  • Progetto Io Valgo
  • Pinterest

©2019 di Progetto "IO VALGO"