Ognuno è un genio.Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la vita a credersi stupido.

 

 -Albert Eistein

I BAMBINI

INSEGNANO AD INSEGNARE

25 NOVEMBRE

UNIVERSITA' BICOCCA

   LA CLASSE V D - INS. MIRELLA FIORANI

Non  esiste  uno sport esclusivamente maschile o femminile. Sono le convenzione, le credenze e i limiti che delimitano il concretizzare dei sogni. Cio' è quello che insegnano le brave insegnanti e i genitori che vogliono dare una marcia in più ai figli....la libertà di essere se stessi!

Mirella Fiorani è quell'insegnante che trasmette la forza di credere che nulla è impossibile, che ama ciò che fa.

E'un' insegnante, ma ancor prima una maestra di vita che arricchisce lo scrigno della memoria dei suoi alunni con esperienze concrete, nuove che lasciano il segno. Ha fatto si che la sua classe lavorasse su un percorso di educazione alle pari opportunità su una tematica coinvolgente come quella dello sport. Ha letto la realtà del momento, cogliendo la palla in balzo e segnando il suo gol educativo parlando del calcio femminile...dei sacrifici delle atlete, delle discriminazioni economiche ecc...La passione non riconosce i limiti! Neanche fisici. Beatrice Vio ne è la dimostrazione! Lo sport è sacrificio, allenamento, disciplina,determinazione... insegna a saper far squadra e a muoversi  nel campo della vita.....perché tutti siamo degli atleti, dei giocatori, degli allenatori e l'insegnante Fiorani, la sua squadra l'ha allenata bene... non solo per la lezione brillante eseguita perfettamente dai suoi alunni in Università Bicocca.. ma per  insegnare ai suoi alunni che il cambiamento è automatico mentre il miglioramento bisogna cercarlo, volerlo con la stessa intensità e passione di un'atleta in vista delle olimpiadi.....e che nessuno può impedire ad altri di realizzarsi a meno che non siano gli stessi a porsi inconsciamente dei limiti, perché si teme il cambiamento. Insegna che la paura va vista come una risorsa e non come un limite....è questo il coraggio che stimola l'atleta a vincere .....che accetta le sue debolezze e le trasforma in punti di forza.

 Il progresso sociale avviene solo dopo un cambiamento culturale ."Nessun uomo può bagnarsi nello stesso fiume per due volte, perché né il fiume né l'uomo sono gli stessi" (Eraclito)

Diapositiva20.JPG
  • Instagram
  • Educare al rispetto
  • Progetto Io Valgo

©2019 di Progetto "IO VALGO"

  • Pinterest